Le figlie del mare di Mary Lynn Bracht

La storia di due sorelle che hanno vissuto una delle più tragiche pagine della storia della Corea. Siamo nel 1943, Hana inizia ad immergersi nell’oceano insieme a sua madre, in futuro sarà anche il turno di sua sorella Emi, questo il destino delle haneyo che si trasmette da madre a figlia. La Corea era invasa però dai soldati giapponesi che facevano razzia di ogni cosa entrando nei villaggi, comprese le giovani donne. Il sogno di Hana è di continuare il lavoro di sua madre rispettando la tradizione del suo villaggio, ma i suoi sogni vengono un giorno infranti per proteggere Emi mentre era sulle rive della spiaggia ad aspettarla. Scoprire i doni del fondale marino, sentire l’acqua che scorre sulla pelle e non avere paura di andare sempre più in profondità sentendo solo il battito del cuore pulsare fin dentro le orecche, queste sono le emozioni più forti che Hana prova ad ogni immersione.

Due vite legate per sempre dall’amore, un soldato che cambierà il loro rapporto per sempre e in modo irrimediabile. Un libro capace di fondere una delle vicende storiche più tragiche con la semplicità del rapporto fraterno; una storia che scritta in una prosa elegante capace di coinvolgere il lettore fino alle ultime righe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *